Menu

CODE, la scuola che studia con te

State pensando alla possibilità di conseguire il diploma che non avete mai raggiunto. Forse vi domandate se sarà difficile riprendere a studiare, soprattutto da soli e magari dopo tanto tempo. Se sarà tanto impegnativo da “bloccare” la vostra vita per qualche anno o se sarà molto costoso. Può sembrare di non sapere da che parte cominciare.

Vorremmo che non vi preoccupaste. Certo, ci sarà da lavorare, questo ve lo possiamo garantire, perché studiare è necessario e giusto per costruire la propria cultura. Però avrete tutto il nostro supporto, personale, ogni giorno, ogni ora. Sempre e sotto ogni punto di vista.

Costruiremo insieme a voi il vostro programma di studi e vi daremo il materiale didattico. Poi potrete studiare da casa vostra, negli orari che vi saranno più comodi, ma i nostri insegnanti saranno disponibili per voi a chiarire i vostri dubbi e approfondire gli argomenti più complessi al telefono o su Skype per 10 ore al giorno: così anche da casa non perderete la qualità dell’insegnamento.

Vi seguiremo sotto ogni aspetto

Anche amministrativo, dall’iscrizione fino al diploma. E, per favore, non pensate ai preventivi che probabilmente avete sentito: noi vi aiuteremo a costi sostenibili perché siamo un'associazione a carattere nazionale e abbiamo ottimizzato il nostro metodo.

Scriveteci, chiamateci o venite in sede.

Saremo felici di parlare con voi e darvi tutti gli strumenti per comprendere e decidere in tranquillità. Conseguire il diploma è un percorso utile e nobile, per il quale occorrono i compagni giusti.

Contattaci subito senza impegno

Testimonianze

  • Valery Vigilucci - Nazionale di calcio femminile

    Faccio una breve chiacchierata con Valery, appena finita la sua lezione di matematica nella sede CODE della sua città, Firenze. Giovane e sorridente, Valery racconta la sua esperienza con allegria. Le piace imparare e sapere, si vede da come ne parla, e mi dice che le sembra molto importante nella vita avere un’istruzione. Anche se ha una carriera sportiva davanti a sé, sa che “studiare serve per capire il mondo” che nei suoi viaggi insieme alla Nazionale sta cominciando a scoprire. Quando Valery ha cominciato le superiori era l’anno dei Mondiali ed è dovuta mancare a scuola più di quanto le regole dell’Istituto permettessero. I suoi voti erano buoni e le sue assenze giustificate ma niente da fare, a uno studente è richiesta più presenza. Con il CODE Valery ha potuto impostare la sua vita in modo diverso e ora riesce a gestire studio e sport. La mattina è dedicata ai libri e il pomeriggio al calcio, poi se la sera c’è ancora qualche energia riapre i manuali. Mentre ne parla è contenta, questo modo di fare scuola le ha alleggerito la vita, le ha tolto una fonte d’ansia e offerto nuovamente il piacere dell’imparare. «All’inizio ho dovuto capire come organizzare il mio tempo, un po’ come si fa all’università. Ma poi ho trovato il mio modo e ora tutto funziona bene. In questo modo ho anche acquisito una capacità importante, quella di autogestirmi!» Ora si sta preparando per gli esami ed è ben determinata. Brava Valery, in bocca al lupo!

    Intervista di Emanuela Cattaneo, Responsabile Comunicazione CODE

  • Manuela Giugliano - Nazionale di calcio femminile

    Manuela è una ragazza carina, gentile e solare. Mi ha fatto molto piacere chiacchierare con lei qualche minuto e chiederle della sua esperienza con lo studio e con il CODE. Naturalmente, al suo livello il calcio, gli allenamenti, gli incontri e le varie attività ad esso collegate occupano tantissimo del suo tempo. Credo che sia bravissima a impegnarsi così tanto e si sente nella sua voce allegra che la cosa le dà entusiasmo. Le chiedo la cosa più ovvia che ci sia, cioè se fosse difficile conciliare calcio e scuola: «Sì, era molto faticoso. Soprattutto ero costretta a fare molte assenze a scuola perché gli allenamenti molto spesso sono la mattina e il mio rendimento ne soffriva.» Immagino fosse una situazione complicata che le metteva tensione: «Sì, io ce la mettevo tutta ma ero sempre preoccupata di non arrivare alla fine dell’anno». Credo di capirla, compiti e promozioni mettono un minimo d’ansia a tutti, figuriamoci così. E ora? Spero davvero che il CODE l’aiuti a gestire la sua “doppia vita”: «Ora va bene, ho trovato il modo per sentirmi serena: è pur sempre impegnativo fare tutto ma posso allenarmi senza pensieri e, quando torno a casa, riesco a dedicare allo studio il tempo che serve.» Mi fa molto piacere, la formula CODE le sta dando un aiuto concreto: «Già. Io studio per conto mio e chiedo chiarimenti o spiegazioni ai professori che sono disponibili in orari perfetti per me. Mi trovo molto bene, questo modo di studiare nel mio caso funziona benissimo.» E la sua voce allegra e sincera mi dice che Manuela è davvero contenta. Con il cuore, le auguriamo tutto il meglio.

    Intervista di Emanuela Cattaneo, Responsabile Comunicazione CODE